Eros Manferdini: vittima di una tragica fatalità sulla pista di Rijeka.

Eros Manferdini, il 27 maggio 1990, è rimasto vittima di un incidente sulla pista croata di Rijeka, prendeva parte al Campionato Europeo della classe 250 gp. Un incidente capitato poco dopo la partenza, innescato dal finlandese Päiväläinen che, finito contro le balle di paglia, le fatte rotolare sulla pista provocando una caduta di gruppo di sette piloti, una carambola che coinvolse anche Manferdini che resto inerte sull’asfalto. Gravemente feriti nell’incidente, le moto e balle di paglia innescarono un incendio.
Tre settimane più tardi, sulla stessa pista, Reinhold Roth, due volte runner-up nel Campionato Mondiale di Motociclismo classe 250 cm3 nel 1987 e nel 1989, rimase gravemente ferito nella gara iridata mentre lottava con Alex Criville.  Roth si tamponò Randy Milner, che stava procedendo ad un ritmo molto lento, pensando che la gara sarebbe stata bandiera rossa a causa della pioggia. Il pilota tedesco rimase senza il supporto dell’ossigeno, subì lesioni cerebrali dalle quali non si ripreso. Milner rimase ferito come Criville coinvolto nell’incidente. Una gara caratterizzata da molti incidenti, su una pista che è stata fatale per tanti piloti, altri piloti finirono a terra fra i quali Alberto Rota, Adrien Morillas e Andrea Borgonovo che seriamente infortunato.

Comments are closed.