Santiago Herrero: il bravo pilota spagnolo figura nella lunga lista delle vittime del TT.

Santiago Herrero  è scomparso il 10 giugno 1970, un decesso  causato  delle ferite riportate a seguito di una caduta capitata al Torist Trophy il giorno 8 giugno.

Il  pilota spagnolo era un generoso, seppe accendere l’entusiasmo del pubblico che frequentava le gare sul mondiali, ma anche degli appassionati  romagoli che gl’anni ’60  si assiepavano sui tracciati stradali della  Motomperada romagnola.
Ha vinto la sua prima gara, quando aveva diciannove anni con una  Derbi 75 cc; è stato un pilota ufficiale della spagnola Ossa nella 250 cc dal 1967 al 1970.

In corsa era un pilota generoso, il suo temperamento , durante la gara del mondiale 250cc al TT, dopo essere caduto una prima volta al 3º giro, ma ripartì. Con una rimonta prodigiosa si riportò sui primi , quando entrando in una curva Milestone perse il controllo della sua moto a causa, si è scritto, del catrame fuso dal caldo, ed è finito a terra coinvolgendo Stan Woods che riportò serie ferite.

Santiago riportò lesioni che apparvero subito gravissime e non gli diedero scampo, spirò due giorni dopo all’ospedale di Douglas.

Per disputare al meglio quella gara Herrero aveva ha trascorso una settimana sull’isola di Man ad inizio gennaio, anche si in condizioni spaventose, tentatò  di imparare al meglio quel circuito che prevede molti tratti di montagna.

Santiago disputò 17 GP, ne vinse 3 e per 11 volte salì sul podio; nel 1969 si classificò al 3° posto della 250 iridata. Nella stagione 1970 era arrivato secondo in OLanda e vunyo in Jugoslavia, al quarto appuntamento l’appuntamento con il destino avverso. E’ stato 2 volte Campione di Spagna della 250cc.

Comments are closed.