Renato Galtrucco, Carlo Chionio e Renzo Colombini: tragedia bis a Monza

La domenica, 8 Luglio 1973, alle ore 09,30, il mondo della moto visse un’altra terribile tragedia sulla pista di Monza.
Appena cinquanta giorni dopo il Gran Premio delle Nazioni del 20 maggio 1973, quando Jarno Saarinen e Renzo Pasolini persero la vita a seguito di un pauroso incidente verificatosi nel “curvone”, la pista di Monza fu teatro di un’altra terribile disgrazia.
Renato Galtrucco, Carlo Chionio e Renzo Colombini, tre piloti che partecipano ad gara valida per il Campionato Italiano Juniores 500 cc, rimasero uccisi in un incidente a seguito di altro tragico quanto impensabile incidente, simile a che era capitato a maggio. Si verifico’ a soli 150 metri, dal punto in cui Pasolini, Saarinen, Kanaya, VPalomo, Jansson e molti altri si erano schiantati nel primo giro del Gran Premio delle Nazioni.
Renzo Colombini, livornese, 30anni e impegato in azienda di trasporti, morì all’istante a seguito dell’impatto contro le balle di fieno e il guard-rail.
Renato Galtrucco, 37 anni era un noto commerciante ed un pilota esemplare per stile e correttezza, quasi un’icona delle gare juniores, respirava ancora quando i soccorritori lo raggiunsero sulla pista, ma mori mentre lo trasportavano in un ospedale.
Carlo Chionio, 26 anni, sembrava essere in condizioni migliori, ma un improvviso collasso cardio-circolatorio ne causo’ la morte un’ora e mezza ora dopo l’incidente.
Era amici e gareggiavano per pura passione, nell’incidente fu coinvolto anche Vittorio Altrocchio, che seguiva Colombini 12esimo, urtò le balle di paglia e volo’ oltre le recinzioni e finendo fra gli alberi. Coinvolti anche Gaudenzio Protto (la sua moto fu investita da Galtrucco a sua volta investito da Chionio), cadde anche Giuliano Barzanti, ma ebbe piu’ fortuna dei colleghi. Dopo quella bruttissima giornata la pista di Monza fu esclusa dalle corse in moto per molti anni, riprese l’attivita’ dopo che furono effettuati importanti lavori per elevare gli standard di sicurezza.

Comments are closed.