Bruno Quaglieni: pilota emigrato vittima di un “frontale” sulla pista di Spa-Francorchamps.

Bruno Quaglieni perì il 15 Luglio 1932, è rimasto ucciso nella fase di preparazione per le prove ufficiali del Gran Premio del Belgio, sul circuito di Spa-Francorchamps in programma il 17 luglio. L’incidente avvenne nel tardo pomeriggio, poco meno di un’ora prima dell’inizio delle prove ufficiali. Quaglieni stava provando la sua Moto Guzzi 250cc decise di uscire dal paddock per risalire la collina dell’Eau Rouge, volendo compiere un giro completo. Nello stesso momento il pilota tedesco Robby Jecker stava percorrendo lo stesso tratto di strada tenendo il lato sinistro. Le due moto si è schiantarono in un terribile frontale causando la morte dei due piloti. Quaglieni è morto sul posto, anche se figura nel registrato dell’Archivio della città di Amsterdam come luogo del decesso la località di Beverge, nei pressi di Malmedy, a circa cinque chilometri ad est del circuito. Potrebbe essere conseguente al fatto che i corpi furono rimossi dopo l’incidente. Jecker Aveva subito gravi lesioni interne ed è morto lo stesso giorno presso l’ospedale di Stavelot. Quaglieni viveva ad Amsterdam ed era stato il campione olandese della classe 250cc nel 1930. Nato a Brescia, nel 1900 e si era poi trasferito in Olanda, aveva  sposato una ragazza olandese. Ha vissuto ad Amsterdam ed aveva un figlio e una figlia. Al momento della sua morte era ancora un cittadino italiano.

Comments are closed.