Edagardo Cecchi: 19enne di Savignano sul Rubicone perìto in gara ha dato il nome ad uno storico Club.

Edgardo Cecchi, perse la vita il  19 luglio 1953, a seguito di una caduta verificatasi nel corso delle prove del 5° Circuito Città di Urbino. Edgardo era  un pilota 19enne che gareggiava con la licenza di 5° categoria.  Correva nella classe 125 con una Benelli “Leoncino”. Quella domenica mattina, sul circuito stradale di Urbino, perse il controllo della moto in curva e si schiantò a terra, gravemente ferito fu portato in ospedale dove spirò per la gravità dei traumi che si era procurato. Non era ancora diventato un Campione, ma era una pilota promettente, amato nella cittadina romagnola dove era nato, Savignano sul Rubiconde,  i concittadini  per onorarlo e ricordarlo, nel 1959, fondarono il Moto Club Edgardo Cecchi. Un sodalizio tuttora in attività che si rende protagonista d’iniziative particolarmente mirate a promuovere la passione per le moto fra i giovanissimi, è fra i leader nazionale deilub che operano per le minimoto.

Comments are closed.