Misano: 4° round della Coppa Italia

Aut_Misano-logoCoppa Italia: i verdetti del 4° Round 2016, a Misano 360 piloti al via

Una piovosa giornata di attività ha caratterizzato il ‘Race Day’ della Coppa Italia al Misano World Circuit con ben 360 piloti che hanno preso parte alle gare del Trofeo Italiano Amatori, RR Cup, Bridgestone Champions Challenge, Michelin Power GP e International Grand Prix 125-250 nel novero dei Trofei Approvati FMI.

Trofeo Italiano Amatori

Sono stati ben 175 i piloti ad aver preso parte al weekend del Trofeo Italiano Amatori a Misano Adriatico, ennesima conferma del successo di uno dei campionati più longevi della Velocità tricolore organizzato dal Moto Club Motolampeggio di Roma e diretto dal promoter Daniele Alessandrini. Nelle cinque gare andate in scena nella giornata odierna, disputatesi prevalentemente in condizioni di scarsa aderenza, si sono affermati nelle rispettive classi di appartenenza Yuri Vacondio (Gara 2 della 1000 Pro), Stefano Jondini (Gara 2 per quanto concerne la 1000 Avanzato), Riccardo Chiesura (Base), mentre tra le 600cc successi di Christian Napoli (600 Pro), Lorenzo Di Ciolo (600 Avanzato) e Raffaele Perrone (600 Base).

RR Cup

Se le qualifiche della RR Cup al Misano World Circuit sono state monopolizzate dalle wild card d’eccezione a cominciare dal gradito ritorno in sella di Riccardo Russo, impegnato in un weekend-test in previsione del rientro nel CIV Superbike di settimana prossima sempre a Misano, la corsa ha riproposto ai vertici gli abituali protagonisti del trofeo. Con le wild card che hanno sportivamente lasciato strada libera ai piloti iscritti a tempo pieno alla RR Cup, sull’asfalto reso insidioso dalla pioggia si è imposto Fabio Marchionni (Yamaha), in trionfo lasciando a 2″ Nicola Campedelli (BMW). Il duello per il terzo gradino del podio con inevitabili ripercussioni per quanto concerne la corsa al titolo ha invece premiato Giampiero

Bridgestone Champions Challenge

Risparmiati dalla pioggia, i 64 piloti al via del Bridgestone Champions Challenge tra le classi 1000 e 600 hanno preso parte alle due gare in programma con qualche verdetto a sorpresa. Nella Bridgestone Champions Challenge 600 si è registrata l’affermazione da indiscusso dominatore di Michael Canducci (Kawasaki), in evidenza da wild card nel CIV Supersport al Mugello e grande protagonista della serie organizzata dalla Idealgomme Racing distanziando Mauro Carzaniga (Honda) e Luciano Leotta (Honda), con quest’ordine a completare un podio senza Lorenzo Cipiciani, uscito di scena nel corso del primo dei dieci giri previsti. Passando alla Bridgestone Champions Challenge 1000 memorabile vittoria di Nicola Del Vecchio, leader incontrastato della contesa ai comandi della Suzuki GSX-R 1000 preparata dal team No Limits, compagine tricolore abitualmente impegnata nel Mondiale Endurance.

Michelin Power G

La Michelin Power GP, anche grazie alla pioggia, ha offero due elettrizzanti gare tra le classi 600 e 1000 nel novero dei trofei legati all’attività sportiva Michelin promossi ed organizzati dalla EMG Eventi e MotoXracing. Nella Michelin Power GP 600 si è assistito al trionfo di Stefano Pedrini, imprendibile sull’asfalto reso insidioso dalla pioggia portando la Kawasaki Ninja ZX-6R preparata da Carraro Engineering sul gradino più alto del podio regolando Luca Del Canuto (Yamaha) ed il poleman Alex Sassaro (Yamaha), terzo e nuovo capoclassifica complice l’uscita di scena di Alessandro Daina (Yamaha). La Michelin Power GP 1000 è stata vissuta sul duello tra il #1 della serie Matteo Milanese (Kawasaki) e lo svizzero Raphael Keller (Yamaha), con quest’ordine all’esposizione della bandiera a scacchi, ma separati da soli 4 millesimi. Sul terzo gradino del podio un veterano della Velocità tricolore come Giovanni Altomonte (Yamaha), vincitore della volata con Marco Guerriero (BMW) pur sempre in grado di conquistare punti preziosi per la classifica di campionato.

International Grand Prix 125-250

L’Awine International Grand Prix riservato alle gloriose 125cc e 250cc 2 tempi da competizione. Nella gara andata in scena nella primissima mattinata il pronostico della vigilia è stato ampiamente confermato con la perentoria affermazione di Jarno Ronzoni (Aprilia), vincitore nell’assoluta e per quanto concerne le 250 GP distanziando Claudio Cipriani (Honda) e lo svizzero Roger Heierli (Honda), terzo a completare il podio davanti al patron del campionato Roberto Marchetti (Aprilia) ed al tedesco Marcel Becker (Yamaha). Nella graduatoria riservata alle 125 GP si è invece imposto Alessandro Pozzo (Honda), passando alle Sport Production successi di Massimiliano Tesori (250 SP) e dello specialista Daniele Scagnetti (125 SP).

Comments are closed.