Luigi Alberti: perì a Monza preparando il GP delle Nazioni.

Luigi Alberti morì il 26 agosto 1951 mentre stava effettuando prove private con Moto Guzzi 500cc sulla pista di Monza, prima del Gran Premio delle Nazioni in programma il 09 settembre 1951 sulla pista brianzola. Alberti cadde, e non ci furono testimoni per l’incidente, il pilota fu ritrovato dagli uomini del suo team, che non vedendolo arrivare erano andati cercarlo lungo la pista. Lo trovarono a terra fuori pista, fra gli alberi del “Curvane”, ferito gravemente. Morì pilota mentre lo trasportavano all’ospedale di Monza. Nessuno vide l’incidente ed i dubbi relativi alle cause non furono mai fugati. All’epoca correva voce che Luigi Alberti fosse in predicato di essere assunto dalla Benelli, per fare parte della squadra ufficiale in sostituzione di Dario Ambrosini, perito il mese precedente nel corso delle per il Gran Premio di Francia sulla pista di Albi. Alberti era nato a Bologna ed aveva compito 33 anni quando morì, spesso è stato confuso con Raffaele Alberti scomparso quello stesso anno in un incidente a Ferrara. Luigi è stato Campione d’Italia Junior classe 125cc nel 1948.

Comments are closed.