Alessio Perilli: perdere la vita su una pista mitica, travolto da un collega.

Alessio Perilli, pilota romano, è deceduto il 05 settembre 2004 sulla pista di Assen, aveva 21 anni e stava disputanto la  7° gara del Campionato Europeo Superstock 1000 in sella ad una Yamaha R1Era alla sua prioma stagione impostata sull’attività internazionale.  A due giri dal termine della gara, Alessio cadde e restò immobile, disteso a bordo pista accanto alla sua moto. Due piloti che lo seguivano da vicino  riuscirono ad evitarlo, ma ci riuscì Ghisbert Van Ginhoven (Ducati); non poté evitare d travolgere il pilota a terra, cadde anche lui. I soccorsi ed il trasporto con l’elicottero all’ospedale di Assen risultarono inutili. Il pilota romano fu ricordato con grande partecipazione nella gara che si svolse a Vallelunga la domenica successiva, ed in particolare durante la premiazione dei piloti partecipanti alla R6 Cup, che aveva il Alberto Barozzi il responsabile di riferimento.

Comments are closed.