Alessandro Rambaldi: tradito dal motore sulla pista di Misano.

Alessandro Rambaldi il 13 Settembre 1986 perì, 25enne, sulla pista di Misano Adriatico nel corso della gara della class 250gp del Grand Prix Terme di Riccione. L’incidente avvenne Sabato 12 settembre 1986, Alessandro stava percorrendo il lungo tratto veloce del  “Curvone”, nella parte verso la curva del Tramonto, quando la moto, probabilmente a causa del grippaggio del motore a 2 Tempi, lo sbalzò di sella facendolo cadere violentemente sull’asfalto, ricevette un colpo terribile alla test.a nella parte posteriore del casco, che  gli procurò gravi lesioni al capo. Rambaldi era già in coma quando fu stato trasportato  e ricoverato nell’ospedale Ceccarini di Riccione. Vista la criticità delle condizioni del pilota, la famiglia decise di farlo di trasferire in elicottero all’ospedale Bellaria e da questi  al reparto di terapia intensiva dell’ospedale Sant’Orsola di Bologna. Alessandro è deceduto il giorno seguente, nel corso del mattino di domenica 13 settembre 1986. I suoi genitori autorizzarono l’espianto degli organi per  trapianti medici. La moto con la quale gareggiava, una Yamaha 250gp, Alessandro l’aveva acquistata dall’amico Pierfrancesco Chili. Erano amici, entrambi bolognesi e soci del “Motoclub Ruggeri” di Bologna.

Comments are closed.