Milano: Esposizione Internazionale Ciclo e Motociclo 8-12 Novembre 2016

EICMA 1La prossima edizione di EICMA (Esposizione Internazionale Ciclo e Motociclo)non presenterà novità eclatanti ma sarà ricca di buone proposte, in parte di restyling. Normaleattesa per tutti i nuovi modelli presentati all’Intermot di Colonia a ottobre, più numerose altre anteprime mondiali, alcune dichiarate. Facendo riferimento a quanto hanno pubblicato le riviste del settore negli ultimi mesi.. EICMA aprirà i battenti al pubblico giovedì 10 novembre, alle ore 10, e chiuderà domenica 13 alle 18.30, con un prezzo per il biglietto intero di 21 euro.

BMW. La Casa tedesca presenta diverse novità. Tre sono all’insegna delle tutto-terreno, le Gelande Strasse (Gs); dovrebbe esserci la piccola della famiglia, dotata del monocilindrico di 313 cc della naked G310 R; ci sarà il model year 2017 della R1200 Gs (previsto un affinamento per le sospensioni); e, infine la R nineT Urban Gs ispirata alle Gs dakariane degli anni 80. L’elenco delle novità si completa con le due R nineT (la roadster Pure e la sportiva Racer), e la K1600 B, una bagger di serie. Stephan Schaller, presidente di BMW Motorrad, ha annunciato l’intenzione di produrre anche scooter di media cilindrata. vedremo qualcosa a Milano?

DUCATI. Lo stand della Casa di Borgo Panigale avrà nella SuperSport uno dei fulcri della gamma, porta d’accesso alla gamma Superbike (il prezzo base è di 13mila euro). E’stata presentata a Colonia. Grazie ai tre Riding Mode (Sport, Touring e Urban), la SuperSport, con un peso in ordine di marcia è di 210 kg, comoda in autostrada (plexiglass regolabile su due livelli) e divertente tra le curve nei percorsi misti. Ducati a Milano presenterà anche due nuove declinazioni della Scrambler, e le versioni 2017 della Multistrada 1200 S e della 1299 Panigale. Notevole l’attesa per la Panigale Progetto 1408, la Ducati bicilindrica più potente di sempre, in tiratura limitata a circa 80mila euro.

HONDA. Molto attesa per l’X-Adv, modello destinato a introdurre un nuovo concetto di scooter e di moto automatica, come ha già fatto in passato l’Honda Integra. Un mezzo mezzo che combina le caratteristiche di una moto crossover con la praticità e il comfort di un maxiscooter. Tra le caratteristiche salienti, la posizione di guida rialzata, per avere un’ottima visibilità e una luce a terra sufficiente per affrontare gli sterrati, ambito in cui si apprezzano le sospensioni a lunga escursione. La X-Adv offre la praticità del parabrezza regolabile su cinque posizioni e un vano sottosella capace di contenere un casco integrale da fuoristrada. Pratico il cambio sequenziale a doppia frizione che già equipaggia molti modelli Honda. Poche info per riguardo al motore e alla cilistica. Sul fronte della moto, a Milano si vedrenno due nuove versioni della superbike Cbr 1000 Fireblade SP ed SP2, e la nuova CB1100 RS, insieme con la rinnovata CB1100EX.

HUSQVARNA. Entrata nel gruppo Ktm, la Casa svedese per il 2017 lancia le 701 Supermoto e 701 Enduro, spinte dal suo monocilindrico più potente di sempre: eroga 74 cv, 6 in più rispetto alla generazione precedente, ed è Euro 4. Husqvarna rinnova poi le sue gamme enduro e cross.

KAWASAKI. Kawasaki annuncia due nuovi modelli in arrivo a Milano che affiancheranno le novità “tedesche” (Ninja 650, Z1000 SX, e Ninja ZX-10 RR): sono la Z900 e la Z650. La prima monta un 4 cilindri di 948 cc, la frizione antisaltellamento, e una sella bassa da terra (794 mm). La Z650, invece, fa dell’agilità il suo punto di forza; monta il motore della nuova Ninja 650, ma rivisto per un uso da “naked”, quindi con meno allungo e più risposta ai regimi medio-bassi. Attesa anche la Z1000R Edition, versione incattivita della supernaked giapponese, la Ninja 650, e le versioni 2017 di Z1000SX e ZX-10RR.

KTM. Ktm ha deciso di sdoppiare il modello di accesso alla gamma Adventure, creando la 1090 e la 1090 R, più aggressiva e tecnica, e di triplicare l’ammiraglia di famiglia, la 1290 Super Adventure, ora disponibile in versione T, S ed R (allestimento per affrontare qualsiasi terreno), tutte con un’elettronica da riferimento grazie alla collaborazione con Bosch. La Casa austriaca ha rinnovato anche le gamme enduro e cross esposte a Milano.

KYMCO. Il nuovo “maxi touring” AK 550 della Casa taiwanese, in arrivo nella primavera 2015 a circa 10mila euro, intende sfidare il best-seller Yamaha Tmax. Come il rivale nipponico, monta un bicilindrico parallelo (qui i cilindri sono però orizzontali), ma un po’ più grande: 550 cc, con doppia mappatura. E come il Tmax, l’AK 550 ha una ciclistica da moto: il motore è fissato centralmente in una leggera struttura in alluminio a cui si collegano una forcella a steli rovesciati da 41 mm, e un forcellone oscillante anch’esso in alluminio, su cui s’infulcra un monoammortizzatore laterale. Di pregio il reparto freni firmato Brembo. Quanto all’ergonomia, l’AK 550 dispone di una sella con schienalino regolabile, parabrezza regolabile in altezza su due posizioni, fari full led, strumentazione lcd, sistema di avviamento Keyless, e manopole riscaldate; il sottosella, infine, è abbastanza ampio: può contenere due caschi (un integrale e un jet).

MV AGUSTA. Allo stand della Casa di Schiranna si verdà dal vivo la F3 RC Limited Edition, presentata qualche settimana fa e prodotta in appena 350 esemplari. Il motore è un tre cilindri in linea, disponibile in due varianti: nella MV F3 675 RC sviluppa 128 cv mentre nella MV F3 800 eroga 148 cv. Le prestazioni sono gestite dall’elettronica e sono disponibili tre mappature, e otto settaggi del controllo di trazione. Sotto i riflettori anche la F4 RC MY 2017 Limited Edition, derivata dalla F4 Reparto Corse che corre nel mondiale Superbike. Infine, la Dragster 800 RC 2017, costruita sulla base della Dragster RR in soli 350 esemplari.

GRUPPO PIAGGIO. In casa Aprilia saranno visibili le novità di Colonia: la Tuono 125, progettata e costruita in Italia, con telaio in alluminio (una chicca per il segmento), e le versioni 2017 della RS 125, delle due RSV4 (RR e RF), e delle due Tuono V4 1100 (RR e Factory) che sfoggiano un’elettronica di primo piano. Anche Piaggio ha presentato una novità tra gli scooter a Colonia; per farlo, ha messo mano alla sua icona, la Vespa: il nuovo motore i-get debutta, infatti, sulla Vespa Gts nelle cilindrate 125 e 150 cc, entrambe Euro 4, a iniezione elettronica, distribuzione a quattro valvole e raffreddamento a liquido. Vespa Gts riceve anche il nuovo sistema Start & Stop brevettato dal Gruppo Piaggio e denominato Riss (Regulator inverter start & stop system): il sistema prevede l’eliminazione del classico motorino di avviamento, sostituito da una macchina elettrica brushless “direct mount”, cioè installata direttamente sull’albero motore: il riavvio del propulsore avviene senza rumore o vibrazioni, semplicemente ruotando la manopola del gas. Diventano poi di serie su tutti i modelli della gamma Vespa Gts l’apertura a distanza della sella con telecomando e il Bike Finder, comodo per individuare la propria Vespa in un parcheggio affollato, grazie al lampeggiare degli indicatori di direzione.

 

Comments are closed.