Tarquinio Provini: deceduto il 06 gennaio 2005. Fra gli indimenticabili

Il 6 gennaio 2005 cessava di vivere Tarquinio Provini uno di piloti che sono rimasti maggiormente nel cuore degli appassionati di tutto il mondo.

Dalla sito del Moto Club d’Epoca Tarquinio Provini – Piacenza – alcune note per ricordarlo, ciccare per vedere foto e palmares.

Taquinio nacque Roveleto di Cadeo, in provincia di Piacenza il 29 maggio 1933, trascorse i primi anni della sua fanciullezza tra i motori ed i macchinari nell’ officina del padre.

Quindi non sorprendente che all’ età di 10 anni sia già in sella alla sua prima motocicletta. Nel 1949 e 1950, quando è ancora troppo giovane per ottenere la necessaria licenza della F.M.I., comincia a correre, ma col nome di suo zio, Cesare Provini.  Sotto questo nome ed in ambedue gli anni vince il Campionato Provinciale.

Nel 1953 è già in età di poter correre col proprio nome e vince il Campionato Italiano di 3a Categoria e si piazza 2° nella grande corsa Milano-Taranto.   La sua ascesa alla fama è rapida e drammatica. Il 1954 lo vede Campione Italiano di 2a Categoria vincendo anche il Motogiro d’ Italia. Si aggiudica due Titoli Mondiali, nel 1957 nella classe 125 su Mondial e nel 1958 nella classe 250 su MV Agusta. Da questo momento completamente lanciato, corridore di fama mondiale, continua a percorrere i Circuiti Motociclistici del Mondo fino a quando, su uno dei suoi circuiti preferiti, quello dell’Isola di Man, subisce una grave caduta.

Fonda una fabbrica in periferia di Bologna che produce modelli in miniatura delle motociclette che egli ed i suoi validi rivali  hanno cavalcato in strenue competizioni sui circuiti di tutto il mondo. Muore nella sua abitazione di Bologna il 6 gennaio 2005. Le imprese che Tarquinio Provini ci ha regalato sulle piste di tutto il mondo, rimarranno sempre nel cuore di tutti, patrimonio umano che nessuno, nemmeno la morte potrà mai cancellare.

Comments are closed.