Ray Amm: 11 Aprile 1955, morire alla Rivazza a 27 anni.

Ray Amm11 Aprile 1955 – sul tracciato dell’Enzo e Dino Ferrari di Imola moriva uno degli astri nascenti del motociclismo nei primi anni 1950. Era nato a sua Salisbury -  Rhodesia del Sud oggi Zambia – dove ha iniziato la sua carriera nel 1946 come pilota di motocross. Nel 1951 si trasferì in Europa per fare parte del  Continental Circus da privato, viaggiava insieme alla moglie Jill che gli faceva sa  autista per il furgone e da segnalatore a bordo pista. A seguito di un’impressionante gara disputata l’Isola 1952 di Man per il Tourist Trophy firmò il contratto da pilota ufficiale  con la Norton per sostituire Dave Bennett, che aveva perso la vita durante il Gran Premio di Svizzera a Bremgarten. Dal luglio 1952 Ray Amm partecipò al Campionato Mondiale come pilota Norton conquistando la sua prima vittoria a Monza nel Gran Premio delle Nazione, classe 350 cc. Con la Casa inglese gareggiò fino al 1954 prendendo parte a 19 Gran Premi, vincendo 6 volte (4 in 350cc e 2 nella 500cc), salendo 19 volte sul podio; ottenne un 2° e due 3° posti finali nella 350cc e un 2° posto nella 500cc. Vinse per tre volte al Tourist Trophy. Alla fine della stagione 1954 firmò il contratto per passare alla  MV Agusta. Purtroppo il destino lo aspettava a bordo pista del tracciato imolese, alla  prima gara del 1955, in sella alla 350cc della casa di Cascina Costa, cadde alla curva Rivazza, scivolando perse il casco e finì per schiantarsi, sbattendo la testa, contro una cancellata di ferro. Trasportato all’ospedale di Imola, mori morto venti minuti dopo il suo arrivo. Aveva ventisette anni.

Comments are closed.