Giovanni Olivieri: vittima, il 26 Aprile 2008, di un incidente sulla pista di Magione.

Giovanni Olivieri il 26 Aprile 2008 è rimasto vittima di una caduta capitata sulla pista di Magione (PG).  Durante il secondo turno di prove ufficiali della classe 600 Stock della Coppa Italia è capitato un incidente proprio sul rettifilo antistante i box, sotto la torretta della direzione gara.  Il  23enne pilota di Trecchina di Potenza stava provando in sella alla sua Yamaha, quando è stato violentemente tamponato da un pilota che lo seguiva. Giovanni è finito sull’asfalto mentre sopraggiungeva un terzo concorrente che non è riuscito ad evitarlo. L’impatto è stato violento, tanto che per due delle tre moto coinvolte, si è reso necessario  l’intervento  dagli addetti alla sicurezza.per spegere i principi d’incendio. Alessandro Blando (un compagno di Giovanni) e Luca Coletto, gli altri due piloti coinvolti dalla dinamica dell’incidente,  si sono immediatamente rialzati solo con lievi contusioni, mentre Olivieri è rimasto esanime ai bordi della pista. Nulla hanno potuto  i soccorritori, le drammatiche condizioni del pilota non gli hanno dato scampo. Trasportato con  al vicino ospedale di Perugia è deceduto poco dopo. La tragica fine di Giovanni Olivieri, considerato ormai una certezza del motociclismo nazionale, ha gettato nel lutto tutto il mondo delle «due ruote» e spento ogni entusiasmo nell’autodromo.

Anche in questo caso i piloti, compera accaduto in altre occasioni, dopo essersi riuniti, hanno deciso di correre anche per onorare e ricordare il loro collega e amico, anche se alcuni hanno preferito rinunciare, come i due piloti coinvolti nel fatto luttuoso.

Giovanni Olivieri era un giovane che aveva praticato con successo le corse congli scooter conquistando l’International Scooter Cup e l’European Malossi Cup,  aveva iniziato a gareggiare nel 2002

Oggi in Moto Club a suo nome, con sete aTrechina (PZ) ne perpetua la memoria fra amici e gli appassionati più attenti alla storia  delle corse in moto.

Comments are closed.